fbpx
acquistare casa risparmiando: scarica gratis la guida

Seleziona comune o provincia da questo elenco

oppure

Password dimenticata?

oppure

Aste immobiliari: i pro e i contro

Aste giudiziarie pro e contro

Ci sono più pro o più contro? tiriamo una riga

Oggi trovare una casa adatta alle nostre esigenze non è facile, tra la mancanza di sicurezze lavorative, di liquidità disponibile e un mercato pieno realtà diverse tra loro è facile avere le idee confuse . Sicuramente hai pensato di valutare le aste immobiliari, ma essendo poco esperto non conosci i pro e i contro di questa realtà che da molti anni sta prendendo piede nel nostro paese. Andiamo a vedere in rassegna i pro e i contro dell’acquisto di una casa nelle aste immobiliari.

Aste immobiliari, i pro e i contro: i vantaggi

Il primo vantaggio delle aste immobiliari è sicuramente il risparmio. In media si riesce ad ottenere l’immobile ad un prezzo più basso anche del 10-30% (se non diciamo almeno il 30% il 10 sembrerà poco) rispetto al valore di mercato dell’immobile.

Un vantaggio è che si può ricorrere all’aiuto di un mutuo apposito, il cui importo non deve superare l’80% del valore che ha stabilito la perizia o del prezzo di aggiudicazione.

Consideriamo anche il fatto che l’asta può andare deserta, in questo caso il prezzo dell’immobile verrà ulteriormente ribassato e verrà quindi indetta una nuova asta. Questa può essere un’occasione per aggiudicarsi la casa ad un prezzo più che conveniente.

C’è poi la certezza di quello che comprerai, in quanto la valutazione dell’immobile viene effettuata da un perito che è imparziale e che riporta eventuali problemi o carenze dell’immobile. In più vincoli ed ipoteche vengono azzerate dal giudice al momento dell’assegnazione. (questo ultimo passaggio non è corretto e, oltretutto, non va a ns favore, ma è cosa tecnica quindi l’imprecisione ci stà, casomai correggiamo noi dopo oppure parliamo con chi scrive e gli spieghiamo queste “finezze” o ancora legge i vecchi articoli del Blog e le capisce al volo da solo …)

In ultima analisi non dovrai pagare la quota di provvigione all’agenzia immobiliare né le spese notarili.

Aste immobiliari, i pro e i contro: gli svantaggi

Il primo problema delle aste immobiliari è che bisogna possedere subito di una certa somma di denaro. Infatti potrai partecipare all’asta solo dopo aver versato al tribunale una cauzione che di solito è proporzionale al prezzo della casa all’asta. Dal momento in cui ti sarai aggiudicato l’immobile, avrai tempo 60-90 giorni (60-120) per saldare la somma.

Altro svantaggio sono le procedure. Non basta partecipare all’asta e vincerla ma ci sono svariati moduli da compilare soprattutto a conclusione della vendita. In pratica potresti sbagliare la domanda di partecipazione all’asta, restandone così escluso.

Ultimo svantaggio (non da poco), è il rischio di comprare un’immobile ancora occupato e che deve essere sgomberato.

Ultimo (ripetizione) svantaggio è quello della presenza di eventuali abusi edilizi che dovrai pagare di persona. Il consiglio è quindi sempre quello di informarsi bene sull’immobili in vendita all’asta (anche questo passaggio va spiegato meglio ma come sopra: è cosa tecnica, dobbiamo dare istruzioni noi a monte).

Conclusioni

Ora che abbiamo visto i pro e i contro delle aste immobiliari possiamo darti qualche consiglio utile su come districarti in questa realtà di compravendita. Per superare tutti i contro puoi far riferimento ai nostri consulenti con i quali potrai trovare tutte le aste giudiziarie presenti in tutte le regioni italiane e grazie alla loro esperienza potrai essere seguito anche burocraticamente nell’acquisto della tua casa.

Categorie

string(80) "https://www.dimorama.it/wp-content/uploads/2019/07/Come-trovare-casa-allasta.jpg"

Complimenti, la tua ricerca è stata salvata!