acquistare casa risparmiando: scarica gratis la guida

Seleziona comune o provincia da questo elenco

oppure

Password dimenticata?

oppure

La sospensione delle Aste Giudiziarie a causa della pandemia

sospensione aste giudiziarie pandemia covid 19

Dimorama

Condividi

Aste sospese? Niente affatto!

In questo articolo cercheremo di chiarire i dubbi legati alla sospensione delle aste giudiziarie a causa della pandemia Covid – 19.
Cercheremo di dare risposta alle seguenti domande: ma le aste giudiziarie sono davvero sospese per il 2021? Che cosa succede alle aste bandite (fissate) e poi sospese? È vero che i pignoramenti e le azioni esecutive sono sospese? È vero che le liberazioni degli immobili sono sospese?

Le aste giudiziarie immobiliari sono sospese per il 2021?

La risposta è no, o meglio: la sospensione delle aste giudiziarie a causa dell’emergenza covid riguarda solo le aste che hanno ad oggetto la prima casa del debitore, o più precisamente sono attualmente sospese solo le vendite aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo occupati dal debitore (prima casa).

Per gli interessati:  con il decreto milleproroghe  di gennaio 2021 si è deciso di prolungare la sospensione delle aste aventi ad oggetto gli immobili ad uso abitativo e indicati quale prima casa, occupati dal debitore fino al 30 giugno 2021.
Quindi tutti gli altri immobili, quelli ad uso abitativo che risultano liberi o che non sono utilizzati quale abitazione principale del debitore (la prima casa), così come gli uffici, magazzini, locali artigianali, produttivi, cantine, garage, terreni, sono regolarmente in vendita tramite asta.
Questo significa che in questo periodo di informazioni confuse e dato che molte meno persone cercano gli immobili all’asta, si possono fare ottimi affari.

link al decreto milleproroghe

Che cosa succede alle aste bandite e poi sospese?

Secondo il disposto del decreto milleproroghe (che sospende le aste) questi immobili dovranno semplicemente tornare in asta a far data dal primo luglio 2021. In realtà se stai seguendo un’asta che ti interessa, ricorda che non hai nessuna garanzia che ciò avvenga. In questo lasso di tempo (da oggi a luglio 2021) il debitore potrebbe saldare il proprio debito o trovare un accordo con il creditore. Un suggerimento? Seguire un’asta ed attendere mesi perché venga nuovamente bandita (messa in vendita) è sempre una scelta sbagliata.

E’ vero che i pignoramenti sono sospesi fino al 30 giugno 2021?

Obiettivo del legislatore è stato tutelare le famiglie in difficoltà. Affrontare un problema economico grave, tanto grave da portarti a perdere la casa è già per sé un trauma. Oggi si aggiunge anche il problema di dover trovare una soluzione abitativa evitando contatti e quindi possibili contagi. Da qui la decisione di sospendere le azioni esecutive. Quindi, sì è vero che i pignoramenti sono sospesi fino al 30 giugno 2021.

Certo resta però aperto e non risolto il problema dei creditori. Infatti, se è vero che da una parte ci sono le famiglie, dall’altra ci sono soggetti che hanno (già) atteso anni per incassare i loro crediti. E non parliamo delle banche ma soprattutto delle piccole società che ai debitori hanno fornito beni o servizi. Questi soggetti hanno perso ogni tutela. In questo frangente sarebbe giusto domandarsi se anche loro possano e debbano avere un aiuto.
Basti immaginare la piccola società (idraulica, materiali, arredamenti) che ha fatture non pagate per migliaia di euro. Dopo anni di attesa e molte migliaia di euro di spese anticipate (spese legali, bolli, contributi, iva anticipata) .. tutto si blocca, in un momento in cui gli incassi diventano ancora più preziosi.

E’ vero che le liberazioni degli immobili sono sospese?

No. Sono sospese solo le liberazioni degli immobili ad uso abitativo (prima casa) occupati dal debitore. Queste liberazioni sono sospese fino al 30 giugno 2021. Tutti gli immobili aggiudicati prima di quella data non potranno essere liberati che dal primo luglio 2021.
Ciò significa che le liberazioni cominceranno da quella data, quindi valutate bene quale sia il soggetto che risiede nella abitazione che avete acquistato, e se abbia titolo per opporsi alla liberazione, quali siano i tempi ordinari per la liberazione. Una volta definiti in questi tempi saprete quanti mesi dopo il primo luglio 2021 otterrete il possesso dell’immobile.

Affrontiamo il tema in modo più specifico in questo articolo: Cosa fare in caso l’immobile acquistato all’asta sia occupato


Condividi

Categorie

string(74) "https://www.dimorama.it/wp-content/uploads/2018/07/articoli_del_blog-9.jpg"

Complimenti, la tua ricerca è stata salvata!