Scegli un comune oppure tutta la provincia

oppure

Password dimenticata?

Registrati è gratis

oppure

Blog

acquistare casa asta giudiziaria

Acquistare casa all’asta giudiziaria, ecco da dove cominciare

30/06/2018

Dimorama

Se sei capitato all’interno di questo blog probabilmente è perché hai sentito parlare di aste giudiziarie immobiliari e anche tu come molti stai cercando informazioni utili per capire qualcosina di più.

Ho indovinato?

Bene se è così, sappi che oggi è il tuo giorno fortunato: voglio spiegarti nel dettaglio cos’è un’asta giudiziaria immobiliare e come partecipare nel modo più efficace per andare dritto al tuo obiettivo, ovvero aggiudicare un immobile al prezzo più basso possibile.

Pensi di sapere già tutto sull’argomento?

Continua a leggere, sono sicuro ti ricrederai.

Anche se ti sei già informato su blog, giornali o attraverso consulenti … sono sicuro che c’è ancora qualche dettaglio che ti sfugge!
Come lo so?

La nostra società da oltre 10 anni è leader in Italia nel settore della consulenza per le aste giudiziarie immobiliari, ed ogni anno garantisce ad oltre 700 clienti l’acquisto di immobili a prezzi ribassati rispetto al mercato.
Dai retta a me, prosegui in questa lettura, sicuramente troverai qualche informazione che non avevi, e che al momento giusto potrà fare la differenza … Nel mondo delle aste giudiziarie immobiliari conoscere anche il più piccolo dettaglio può salvarti da un acquisto incauto che potrebbe costarti molti soldi!

Aste giudiziarie immobiliari: il mercato italiano

Già lo so, quando pensi a un’asta giudiziaria immobiliare anche a te vengono in mente le immagini più terribili: debiti, case abusive, persone cacciate di casa, pignoramenti e chi più ne ha più ne metta…

Anche tu sei convinto che partecipare ad un’asta giudiziaria implichi automaticamente lo sbattere fuori casa qualcuno? Magari una famiglia con dei bambini a carico? Ok… metti da parte i sensi di colpa e dai ascolto a me, sei fuori strada!

Situazioni “estreme” come queste potevano accadere fino a qualche anno fa. Oggi è molto più difficile, proprio perché chi è in difficoltà ha gli strumenti per fare fronte ai propri debiti senza rischiare il tetto dove abita (strumenti quali la sospensione delle rate del mutuo per 12 mesi, la rinegoziazione del mutuo o l’utilizzo della legge sul sovraindebitamento).

Oggi la percentuale delle famiglie che perdono la casa perché non sono più in grado di pagare il mutuo è davvero minima. Certo, purtroppo accade anche questo ma si tratta di una eccezione e non della regola.
Per fare chiarezza va anche detto che se hai la casa all’asta, è meglio sperare che sia venduta al più presto perché più il prezzo scende meno soldi incasserai. E se l’incasso non copre il debito che hai (ad esempio con la banca), continuerai a restare debitore! Quindi, anche se tutti credono il contrario, se partecipi ad un’asta giudiziaria stai aiutando il debitore.

Quello che la maggior parte della gente ignora è che il mercato delle aste immobiliari in Italia è diventato negli ultimi anni un’opportunità enorme per acquistare casa, risparmiando notevolmente sui prezzi di mercato.

D’accordo, so cosa stai pensando: è ovvio che un “addetto ai lavori” parli così bene del suo settore.

Non hai tutti i torti, facciamo allora che lascerò parlare al posto mio alcuni dati ufficiali sul mercato delle aste immobiliari:

  • Nel 2017 sono state aggiudicate oltre 234.000 aste immobiliari.
  • Ogni giorno in Italia vengono messi all’asta 642 immobili: circa 27 ogni ora.
  • Il 66% delle case in vendita ha un prezzo inferiore ai 100mila euro.

Insomma, mentre tu stai valutando se è il momento giusto per acquistare casa o meno, vicino a te c’è gente che sta concludendo ottimi affari.

Aste giudiziarie immobiliari, cosa sono

Una occasione di guadagno, lo abbiamo detto, ma anche un “gioco” con i suoi rischi.

La maggioranza delle persone, attratte dall’idea di guadagno, pensano di potersi presentare a un’asta giudiziaria esattamente come se andassero al supermercato, senza la benché minima preparazione.

Esatto, preparazione. Che consiste essenzialmente nel conoscere questi 2 aspetti: Primo: l’asta è una  meccanismo di vendita pubblica. Secondo: nella vendita pubblica NON esiste la garanzia per la cosa acquistata. Che tradotto in parole povere significa: acquisti a tuo rischio e pericolo.

So bene che sembra un controsenso. Come tutti starai pensando: “Siccome è il Tribunale a vendermi l’immobile allora sarà tutto a posto…”

Nella realtà dei fatti è vero esattamente il contrario. La vendita è fatta ai sensi dell’articolo 2922 c.c., ovvero “senza alcuna garanzia”, ma la maggior parte delle persone lo scopre DOPO l’asta quando cominciano a presentarsi i problemi.

Il prezzo di aggiudicazione NON è il prezzo finale. Costi e spese fanno lievitare il prezzo finale. Con il rischio, alla fine dei conti, di  aver pagato l’immobile ben più del suo valore di mercato, ed aver atteso mesi (o anni) per averlo.

In aggiunta ottenere un mutuo per un’asta giudiziaria non è assolutamente cosa scontata ed automatica. Anzi: buona parte degli immobili in asta giudiziari non possono essere finanziati dalla banca, viste le problematiche su immobile ed procedura di asta.

Una volta individuato l’immobile quindi è importante eseguire una attenta valutazione preliminare di ogni aspetto (tecnico, giuridico, economico e fiscale), quello che noi chiamiamo  “studio di fattibilità”, reperendo tutte le informazioni riguardanti la procedura di vendita e l’immobile, per calcolare i relativi costi occulti che determineranno il prezzo finale dell’acquisto.

Asta giudiziaria immobiliare e vendita tradizionale: cosa cambia?

A proposito di procedure devi sapere che il meccanismo di vendita tramite asta giudiziaria è molto diverso dalla tradizionale vendita di immobili tra privati. Detto in parole semplici, se in una vendita privata all’insorgere del problema è possibile “trattare” per una soluzione, nelle aste giudiziarie ciò non è possibile; devi raccogliere tutte le informazioni PRIMA di partecipare all’asta e sapere prima quali sono i problemi e quale sarà il percorso da seguire.
L’errore può costare molto caro.

In particolare ecco quali informazioni ti consiglio di raccogliere prima di partecipare:

  • le modalità di presentazione della documentazione
  • le modalità di ammissione alla gara
  • le modalità di vendita
  • eventuali problematiche tecniche o legali sull’immobile
  • i tempi e le imposte
  • la liberazione dell’immobile acquistato
  • la possibilità di ottenere un mutuo

Come puoi osservare l’asta non è una procedura semplice perché esce dai canoni della compravendita tradizionale.

L’importante è non sottovalutare questi aspetti! Se c’è un consiglio che posso darti è quello di prendere del tempo per mettere nero su bianco tutto ciò che sai (e non sai) prima di partecipare all’asta, evidenziando le problematiche (tecniche, legali, fiscali …) per le quali hai bisogno dell’aiuto di un esperto.

Insomma avrai capito, la fase di valutazione iniziale è importantissima per il buon esito dell’asta: più informazioni riuscirai a ottenere e più possibilità avrai di aggiudicare senza incorrere nell’esclusione dalla gara o in altre amare e costose sorprese dopo l’aggiudicazione.

E se hai bisogno di una mano, non dimenticare che.. noi siamo qui!

Categorie

string(71) "https://www.dimorama.it/wp-content/uploads/2018/07/casa-e-sicurezza.jpg"